< homepage


Discografia.
(clicca sui titoli degli album per vedere i testi delle canzoni)
Per comodità di consultazione abbiamo suddiviso la vastissima e singolarissima
produzione di Tom in:
< album >
< antologie >
< singoli >
< contributi >
< promo >
< compilation >
< tributi e opere >


Presentazione di Orphans

Tom Waits, il grande artista e cantautore Americano, uscirà con un set di 3 CD dal titolo “Orphans: Brawlers, Bawlers and Bastards” Venerdì 17 Novembre. Un’ampia raccolta di 54 canzoni, di cui ben 30 nuove incisioni, per un totale di più di 3 ore di musica rara o mai ascoltata prima d’ora. Insieme al set, un libretto di 94 pagine.


Ciascuno dei 3 CD comprende separati gruppi di canzoni e porta un sottotitolo - “Brawlers”, “Bawlers” e “Bastards”, appunto -, in maniera da catturare l’intera gamma degli stili vagabondi e sempre diversi di Tom Waits. “Brawlers” è pieno di blues rauchi e di canzoni che fanno pensare ai juke box dei piccoli locali americani; “Bawlers” include musica celtica e ballate country, walzer, ninne-nanne, pianoforti e i classici pezzi lirici di Tom Waits; “Bastards”, infine, consta principalmente di musica sperimentale e strani racconti.

Oltre ai nuovi brani, su “Orphans” ci sono un buon numero di canzoni originariamente registrate per il cinema, per il teatro e per altri progetti, e che finalmente trovano posto su un album di Waits per la prima volta, come le originali interpretazioni di canzoni di talenti straordinariamente differenti come i Ramones, Daniel Johnston, Kurt Weill & Bertolt Brecht, Leadbelly e Jack Kerouac.

“Orphans é fatto di canzoni dure e tenere. Rumbe e sirene, tarantelle sugli insetti, madrigali sull’annegamento”, dice Waits. “Canzoni orfane impaurite e dirette, che parlano di estasi e di malinconia. Canzoni che sono cresciute in modo difficile. Canzoni di origini dubbie ritrovate dal destino crudele ed ora lasciate sole a desiderare qualcuno che si prenda cura di loro. Fate vedere che non avete paura e portatele a casa. Non mordono, hanno solo bisogno di attenzione”.

Tom Waits e Kathleen Brennan, sua moglie e collaboratrice di vecchia data, hanno prodotto di nuovo insieme “Orphans”, primo lavoro dopo il successo di “Real Gone” nel 2004. Waits e la Brennan si sono recentemente piazzati al quarto posto nella classifica dei “100 migliori cantautori viventi” stilata dalla rivista America’s Paste. “Nella letteratura ci sono solo una manciata di scrittori che hanno parlato del quasi-impossibile. Nella musica, questo accade su qualsiasi lavoro di Tom Waits”, dice la rivista.

BRAWLERS

01. Lie To Me
02. LowDown
03. 2:19
04. Fish In The Jailhouse
05. Bottom Of The World
06. Lucinda
07. Ain't Goin' Down To The Well
08. Lord I've Been Changed
09. Puttin' On The Dog
10. Road To Peace
11. All The Time
12. The Return Of Jackie and Judy
13. Walk Away
14. Sea Of Love
15. Buzz Fledderjohn
16. Rains On Me

MUSICIANS

Anges Amar - Whistles
Bobby Baloo - Boulders, Cowbells
Seth Ford-Young - Bass
Joe Gore - Guitar
Charlie Musselwhite - Harmonica
Marc Ribot - Guitar
Larry Taylor - Bass
Casey Waits - Drums
Tom Waits - Vocal, Guitar, Keyboard, Percussion, etc.
Dave Alvin - Guitar
Andrew Borger - Percussion
Brain - Percussion
Ralph Carney - Sax
Les Claypool - Bass
Steve Foreman - Percussion
Brett Gurewitz - Guitar
Ron Hacker - Guitar
John Hammond - Harmonica
Stephen Hodges - Percussion
Gino Robair - Percussion
Jeff Sloan - Percussion

BAWLERS

01. Bend Down The Branches
02. You Can Never Hold Back Spring
03. Long Way Home
04. Widow's Grove
05. Little Drop Of Poison
06. Shiny Things
07. World Keeps Turning
08. Tell It To Me
09. Never Let Go
10. Fannin Street
11. Little Man
12. It's Over
13. If I Have To Go
14. Goodnight Irene
15. The Fall Of Troy
16. Take Care Of All My Children
17. Down There By The Train
18. Danny Says
19. Jayne's Blue Wish
20. Young At Heart

MUSICIANS

Bobby Black - Steel Guitar
Seth Ford-Young - Bass
Joe Gore - Guitar
Carla Kihlstedt - Violin
Nic Phelps - Horns
Larry Taylor – Bass
Ray Armando - Percussion
Andrew Borger - Percussion
Matt Brubeck - Bass
Dan Cantrell - Accordion
Ralph Carney - Saxes
Bent Clausen - Banjo
Jimmy Cleveland - Trombone
Harry Cody - Banjo
Greg Cohen - Bass
Chris Grady - Trumpet
Brett Gurewitz - Guitar
Billy Higgins - Drums
Art Hillery - Piano
Trevor Horn – Bass
Adam Lane - Bass
Charlie Musselwhite - Harmonica
Eric Perney - Bass
Dan Plonsey - Clarinet
Steve Prutsman - Piano
Bebe Risenfors - Clarinet
Gino Robair - Percussion
Mike Silverman - Bass
Nolan Smith - Trumpet
Matthew Sperry - Bass
Francis Thumm - Piano
Leroy Vinnegar - Bass
Sullivan Waits - Guitar
Tom Yoder – Trombone

BASTARDS

01. What Keeps Mankind Alive
02. Children's Story
03. Heigh Ho
04. Army Ants
05. Books Of Moses
06. Bone Chain
07. Two Sisters
08. First Kiss
09. Dog Door
10. Redrum
11. Nirvana
12. Home I'll Never Be
13. Poor Little Lamb
14. Altar Boy
15. The Pontiac
16. Spidey's Wild Ride
17. King Kong
18. On The Road
MUSICIANS

Ara Anderson - Trumpet
Michael Blair - Drums, Percussion
Brain - Percussion
Matt Brubeck - Bass
Crispin Cioe - Sax
Bent Clausen - Piano
Greg Cohen - Bass
Eddie Davis - Banjo
Darrel Devore – Circular Violin
Mitchell Froom - Chamberlain
Bob Funk - Trombone
Arno Hecht - Saxes
Bart Hopkins - Bamboo Clarinet
Carla Kihlstedt - Violin
Guy Klesevik – Accordion
Gary Knowlton - Keyboards
Mike Knowlton - Guitar
Larry LaLonde - Guitar
Mark Linkous - Guitar, Drums, Bass
Paul “Hollywood” Litteral - Trumpet
Charlie Musselwhite - Harmonica
Tom Nunn - The Bug
Marc Ribot - Guitar
Bebe Riesnfors - Clarinet
Colin Stetson - Sax
Larry Taylor - Bass
Richard Waters - Waterphone
Casey Waits - Drums
Tom Waits - Vocals, Percussion, Pump Organ

La nostra recensione di Orphans

…l'ultima fatica del nostro amato Tom é semplicemente quello che stavamo aspettando... quello che abbiamo sempre aspettato... Orphans, per usare le stesse parole che Waits ha usato, é stato come vuotarsi le tasche sul tavolo dopo una notte di gioco, furti e "cow tipping"... uno show alla radio in cui il passato è in sequenza col futuro, fatto di cose che trovi per strada. "

Orphans contiene canzoni per tutte le occasioni...
"each disc is its own world and captures Waits in his full spectrum, from country ballads to strange tales and full throated juke joint stomp"... e su questa linea Tom continua nelle sue storie assurde, surreali, ironiche che noi tanto amiamo... su come una canzone è nata, dove e quando... e perché... e ovviamente lascio a voi il piacere di leggerlo quando sarà il momento.


A questo proposito, dopo aver ascoltato questo triplo CD set, mi sono trovato in una situazione alquanto difficile per quello che riguarda la relativa recensione, perché se da un lato avrei voluto tanto sommergervi come un fiume in piena, un fiume di parole, nero su bianco per raccontarvi tutto ciò che di incredibile, meraviglioso e sorprendente ho trovato nelle oltre tre ore di ascolto, d'altra parte ho pensato che non sarebbe stato giusto.



Tutti voi state aspettando questo momento da tempo, e avete tutto il diritto di provare la stessa gioia, la stessa sorpresa, lo stesso godimento che io ho provato al primo ascolto, e quindi così come le mie orecchie sono arrivate "vergini" a questo appuntamento, non preoccupatevi, anche le vostre resteranno intonse, senza anticipazioni troppo particolareggiate che possano anche solo rischiare di rendere meno unico il momento in cui accoglierete tra le braccia gli orfanelli di casa Waits.
E allora cosa posso raccontarvi?

Beh, mettiamola così, la setlist dei 3 CD già é stata pubblicata, quindi io mi limiterò a darvi qualche anticipazione e/o conferma su quello che un po' tutti bene ho male mi hanno chiesto in questo periodo.
Dunque, cominciamo con qualche numero.
Più di 3 ore di musica.
56 canzoni.
30 nuove registrazioni.

E su questo vado a specificare.
La lista di canzoni comprende:
- quasi tutti i pezzi (mancano ad esempio i 2 pezzi da Paradise Alley, 1978) che Tom ha disseminato nelle varie colonne sonore cui ha partecipato con canzoni originali, da "Dead Man Walking" (con "Fall of Troy" e "Walk Away"), all'ultimo di Benigni, alle due splendide canzoni presenti in "Big Bad Love" ("Long way home" e "Jayne's Blue Wish"), finalmente anche "Take care of all my children" tratto dal documentario di inizio anni 80 "Streetwise", e tanti tanti altri ancora.
Sorprendentemente è presente anche "Sea of love", tratta dall'omonimo film (in italiano "Seduzione pericolosa", con Al Pacino e Ellen Barkin), e la sorpresa è che la canzone non è sua, però se riuscite ad ascoltare la canzone originale allora riuscirete a capire perché l'ha inserita in questa raccolta... praticamente l'arrangiamento di Tom stravolge a tal punto la canzone da renderla davvero un nuovo pezzo, nessuno riuscirebbe a riconoscere che si tratta di una cover dell'originale.
E sulle colonne sonore, a fatica e a malincuore, mi fermo qui, il resto lo scoprirete voi.

- quasi tutte le canzoni che ha scritto per altri artisti e che prima non aveva mai eseguito in prima persona (anzi, pensandoci bene sicuramente una no.. non l'ha inclusa.. sapete a quale mi riferisco..), mentre adesso possiamo finalmente gustarci con la sua vociona pezzi che abbiamo solo immaginato cantati da lui...
Un avvertimento, qualche canzone, nella versione cantata da Tom, addirittura si ritrova anche un titolo diverso da quello con cui è stato pubblicato dall'artista a cui era stata data "in affido"... ad esempio "Tell it to me"... quando ascolterete, capirete...

- quasi tutte le collaborazioni, le partecipazioni ai tributi (manca ad esempio dal tributo a Cole Porter "It'a alright with me"), da quello a Kurt Weill, alla Disney, ai Ramones.. e su queste non mi dilungo, la maggior parte di voi già sanno di cosa stiamo parlando, per tutti gli altri, godetevi la fortuna di ascoltare altri pezzi eseguiti da Tom come solo lui sa fare...

- cosa dire a questo punto dei cosìddetti "inediti"? A mio parere, (soprattutto perché la maggior parte dei brani di cui sopra li avevo già, avendo speso negli anni passati tempo e denaro per cercare di mettere insieme tutti i vari orfanelli, e so di non essere affatto l'unico) ci troviamo davvero di fronte alla parte più interessante di questa opera. Troviamo delle chicche davvero uniche... ci sono outtakes di alcuni albums che preferisco non specificare... e qui davvero mi sto mordendo la lingua per non rovinarvi la sorpresa anche se alcuni (e solo alcuni) di questi outtakes sono apparsi in passato in qualche bootleg... c'è però un pezzo in particolare sul quale non riesco a tacere, che mai è apparso su alcun bootleg e che nessuno ha mai avuto la fortuna di ascoltare, se non quei pochi fortunati che hanno avuto la possibilità di assistere personalmente alla rappresentazione teatrale di Franks Wild Years nel 1986... si tratta di un pezzo infatti che fu eseguito solo sul palcoscenico, senza trovare posto sull'album... un pezzo che io ho sempre adorato (non fraintedete, io non c'ero a Chicago, è solo che in passato ho avuto la fortuna di entrare in possesso di una registrazione audio dello spettacolo), e che persino conoscevo con un altro titolo semplicemente perché un titolo ufficiale non ce l'ha mai avuto, fino appunto alla pubblicazione di Orphans... anche in questo caso non voglio dirvi troppo... vi dico solo che io ero convinto si intitolasse "Will you remember"... e invece immaginate quale sorpresa, e soprattutto quale gioia mi ha pervaso quando ho ascoltato quello che ritenevo un pezzo a me sconosciuto... poi, anche su questo mi direte...

Insomma, spero di avervi raccontato tanto, ma non troppo... il giusto... e so comunque perfettamente che non avevate certo bisogno che io vi allettassi per l'acquisto, più di quanto non lo siate già.

Voglio concludere dicendovi che per la prima volta Tom si rivolge ai suoi fans in relazione al contenuto del suo lavoro... queste sono le sue parole, le riporto virgolettate: "I think you will find more singing and dancing here than usual. But I hope fans of more growling, more warbling, more barking, more screetching won't be disappointed either".





u’re in:
Album
(clicca sui titoli degli album per vedere i testi delle canzoni)


Real gone
(Epitaph, 2004)



Top of the hill
Hoist That Rag
Sins Of My Father
Shake It
Don't Go Into That Barn
How's It Gonna End
Metropolitan Glide
Dead And Lonely
Circus
Trampled Rose
Green Grass
Baby Gonna Leave Me
Clang Boom Steam
Make It Rain
Day After Tomorrow

Real gone, il nuovo e attesissimo album, registrato interamente in una vecchia scuola sulle rive del Mississippi (non a caso terra del blues), propone, secondo le parole utilizzate dallo stesso Waits nella lettera indirizzata al nostro Fan Club - "canzoni sulla mamma, liquori, treni e la morte. Politica, topi, guerra, impiccagioni, balli, automobili, pirati, fattorie, il carnevale, e i peccati. In altre parole il solito vecchio sporco lavoro.”

< clicca qui per leggere la nostra recensione >



Blood money
(Epitaph, 2002)



Misery Is The River Of The World
Everything Goes to Hell
Coney Island Baby
All The World Is Green
God's Away On Business
Another Man's Vine
Knife Chase (Instrumental)
Lullaby
Starving In The Belly Of A Whale
The Part You Throw Away
Woe
Calliope (Instrumental)
A Good Man Is Hard To Find


Alice porta finalmente nei negozi un disco che già da parecchi anni circolava nei circuiti bootleg non ufficiali, soprattutto proponendo i cosìddetti "demos" che Tom creò appositamente per musicare l'omonimo spettacolo di Bob Wilson datato 1992. Dopo 10 anni finalmente Tom si è deciso ad estrarre un album dal lavoro compiuto in quell'occasione, ovviamente rieditando, riproducendo e rieseguendo i pezzi in maniera nuova ed originale. Un vero regalo per tutti coloro che avevano amato i "demos" e ora si ritrovano a poterli ascoltare in un disco vero "da studio", ma anche per tutti coloro che ignoravano sia l'esistenza dello septtacolo Alice che dei relativi "demos" non ufficiali.

< click here for english reviews >



Alice
(Epitaph, 2002)



Everything You Can Think
Flowers Grave
No One Knows I'm Gone Kommienezuspadt
Poor Edward
Table Top Joe
Lost In The Harbour
We're All Mad Here
Watch Her Disappear
Reeperbahn
I'm Still Here
Fish & Bird
Barcarolle
Fawn (instrumental)


Blood Money è un album essenzialmente acustico, ispirato allo spettacolo teatrale "Woyzeck" anch'esso messo in scena da Bob Wilson di recente, e musicato appunto da Tom Waits , così come già era accaduto per "Black Rider" 1993 , e per "Alice" 1992; da "Black Rider" venne tratto subito un album omonimo bellissimo, mentre "Alice", come già spiegato, rimase non pubblicato, e solo ora a distanza di 10 anni vede finalmente la luce.
A quanto pare la collaborazione tra il regista e Tom era destinata a non esaurirsi, e il risultato è la pubblicazione contemporanea di queste due opere nate dalla simbiosi tra Waits e Wilson .
Non sappiamo se i due artisti proseguiranno nella loro collaborazione, ma una cosa è certa, questi ultimi 2 albums, assieme a "The Black Rider" rappresentano una vera a propria trilogia, che trova la sua ispirazione nelle opere teatrali di Bob Wilson che Tom è riuscito a rendere uniche ed indimenticabili con le sue canzoni che già sono entrate a far parte del suo repertorio classico, che ormai è da ritenersi davvero sterminato.


< click here for english reviews >



Mule Variations
(Epitaph  6547 2, 1999)



Big In Japan
Lowside Of The Road
Hold On
Get Behind The Mule
House Where Nobody Lives
Cold Water
Pony
What's He Building?
Black Market Baby
Eyeball Kid
Picture In A Frame
Chocolate Jesus
Georgia Lee
Filipino Box
Spring Hog
Take It With Me
Come On Up To The House



The Black Rider
(Island 74321 16822 2, 1993)



Lucky Day (overture) (2:26)
The Black Rider (3:20)
November (2:50)
Just The Right Bullets (3:35)
Black Box Theme (instrumental) (2:45)
T' 'ain' t no sin (vocal William Burroughs) (2:35)
Flash Pan Hunter (instrumental) (1:11)
That's The Way (1:11)
The Briar And The Rose (3:50)
Russian Dance (instrumental) (3:10)
Gospel Train (instrumental Orchestra) (2:35)
I'll Shoot The Moon (3:50)
Flash Pan Hunter (3:05)
Crossroads (2:45)
Gospel Train (4:40)
Interlude (instrumental) (0:30)
Oily Night (instrumental) (4:25)
Lucky Day (3:45)
The Last Rose Of Summer (2:10)
Carnival (instrumental) (1:30)




The Early Years Vol.2
(Bizarre/Straight, 1992)



Hope I Don't Fall In Love With You
Ol'55
Mocking' Bird
In Between Love
Blue Skies
Nobody
I Want You
Shiver Me Timbers
Grapefruit Moon
Diamonds On My Windshield
Please Call Me, Baby
So It Goes
Old Shoes




Bone Machine
(Island 74321 10351 2, 1992)



Earth Died Screaming (3:36)
Dirt In The Ground (4:07)
Such A Scream (2:08)
All Stripped Down (3:03)
Who Are You (3:54)
The Ocean Doesn't Want Me (1:49)
Jesus Gonna Be Here (3:18)
A Little Rain (2:58)
In The Colosseum (4:50)
Goin' Out West (3:20)
Murder In The Red Barn (4:28)
Black Wings (4:35)
Whistle Down The Wind (4:35)
I Don't Wanna Grow Up (2:31)
Let Me Get Up On It (Instrumental) (0:53)
That Feel (3:13)



Night on Earth
(Island 262370, 1991)



Nota:
colonna sonora dell'omonimo film di Jim Jarmusch

Back In The Good Old World (gypsy) vocal (2:25)
Los Angeles Mood (chromium descensions) (3:20)
Los Angeles Theme (another private dick) (4:28)
New York Theme (hey, you can have that heartattack outside buddy) (4:04)
New York Mood (a new haircut and a busted lip) (3:18)
Baby I'm Not A Baby Anymore (Beatrice theme) (2:29)
Good Old World (walz) (3:27)
Carnival (Brunello di Montalcino) (3:39)
On The Other Side Of The World (vocal) (5:15)
Good Old World (gypsy instrumental) (3:00)
Paris Mood (un de fromage) (2:40)
Dragging A Dead Priest (4:00)
Helsinki Mood (4:50)
Carnival Bob's Confession (2:10)
Good Old World (walz) vocal (4:00)
On The Other Side Of The World (4:05)




The Early Years Vol.1
(Island, 1991)



Goin' Down Slow
Poncho's Lament
I'm Your Late Night Evening Prostitute
Had Me A Girl
Ice Cream Man
Rockin' Chair
Virginia Avenue
Midnight Lullabye
When You Ain't Got Nobody
Little Trip To Heaven
Frank's Song
Looks Like I'm Up Shit Creek Again
So Long I'll See Ya



Big Time
(Island ITW4, 1988)



Nota:
registrazioni dal vivo a Los Angeles, San Francisco, Dublino, Stoccolma e Berlino a accezione di Falling Down , in studio.

16 Shelles From A Thirty-Ought-Six (4:10)
Red Shoes (4:06)
Underground (2:20)
Cold Cold Ground (3:18)
Straight To The Top (2:45)
Yesterday Is Here (2:57)
Way Down In The Hole (4:26)
Falling Down (4:12)
Strange Weather (3:20)
Big Black Mariah (2:41)
Rain Dogs (3:52)
Train Song (2:54)
Johnsburg, Illinois (1:32)
Ruby's Arms (4:44)
Telephone Call From Istanbul (4:15)
Claps Hands (4:43)
Gun Street Girl (4:00)
Time (4:00)



Franks wild years
(Island ITW3, 1987)



Hang On
St. Christopher
Straight To The Top (Rhumba)
Blow Wind Blow
Temptation
Innocent When You Dream (Barroom)
I' ll Be Gone
Yesterday Is Here
Please Wake Me Up
Frank's Theme
More Than Rain
Way Down In The Hole
Straigt To The Top (Vegas)
I'll Take New York
Telephone Call From Istanbul
Cold Cold Ground
Train Song
Innocent When You Dream (78)




Rain dogs
(Island ILPS 9803, 1985)



Singapore (2:46)
Clap Hands (3:47)
Cemetery Polka (1:51)
Jockey Full Of Bourbon (2:45)
Tango Till They're Sore (2:49)
Big Black Mariah (2:44)
Diamonds & Golds (2:31)
Hang Down Your Head (2:32)
Time (3:55)
Rain Dogs (2:56)
Midtown (Instrumental) (1:00)
9th & Hennepin (1:58)
Gun Street Girl (4:37)
Union Square (2:24)
Blind Love (4:18)
Walking Spanish (3:05)
Downtown Train (3:53)
Bride Of Rain Dog (Instrumental) (1:07)
Anywhere I Lay My Head (2:48)



Swordfishtrombones
(Island ILPS 9762, 1983)



Nota:
di questo disco esiste una prima edizione su etichetta Asylum, con veste grafica completamente diversa, realizzata su un disegno di Tom in persona.
< Clicca qui per vederla >

...esiste anche una versione russa
< Clicca qui per vederla >

Underground (1:58)
Shore Leave (4:12)
Dave The Butcher  (Instrumental) (2:15)
Johnsburg, Illinois (1:30)
16 Shells From A Thirty-Ought-Six (4:30)
Town With No Cheer (4:22)
In The Neighborhood (3:04)
Just Another Sucker On The Vine (1:42)
Frank's Wild Years (1:50)
Swordphistrombones (3:00)
Down, Down, Down (2:10)
Soldier's Things (3:15)
Gin Soaked Boy (2:20)
Trouble's Braids (1:18)
Rainbirds (Instrumental) (3:05)



Heartattack And Vine
(Asylum K52316, 1980)


Heartattack And Vine (4:42)
In Shades (4:04)
Saving All My Love For You (3:39)
Downtown (4:43)
Jersey Girl (5:09)
Till The Money Runs Out (4:20)
On The Nickel (6:17)
Mr. Siegal (5:13)
Ruby's Arms (5:35)




One from the heart
(Cbs 7025, 1982)


Nota:
colonna sonora dell'omonimo film di Francis Ford Coppola. Tom Waits e Crystal Gale si alternano come voci soliste in Once Upon A Town, The Wages Of Love, Picking Up After You e This One's From The Heart cantano in duetto.

Come annunciato tra le news, è stata recentemente pubblicata una nuova versione, rimasterizzata e con due bonus track: "Candy Apple Red"e "Once Upon a Town/Empty Packets"
< Clicca qui per vederla >

Opening Montage (5:15)
Once Upon A Time
The Wages Of Love
Is There Any Way Out Of This Dream? (2:12)
Picking Up After You (3:52)
Old Boyfriends (5:52)
Broken Bicycles (2:51)
I Beg Your Pardon (4:25)
Little Boy Blue (3:40)  
Intrumental Montage (2:59)
The Tango
Circus Girl You
Can't Unring A Bell (2:20)
This One's From The Heart (5:44)
Take Me Home (1:35)
Presents (1:01)



Blue Valentine
(Asylum K50388, 1978)



Somewhere (from West Side Story)(3:50)
Red Shoes By The Drugstore (3:11)
Christmas Card From A Hooker In Minneapolis (4:30)
Romeo Is Bleeding (4:50)
$29.00 (8:12)
Wrong Side Of The Road (5:11)
Whistlin' Past The Graveyard (3:14)
Kentucky Avenue (4:47)
A Sweet Little Bullet From A Pretty Blue Gun (5:34)
Blue Valentines (5:50)



Foreign Affairs
(Asylum K50368, 1977)



Cinny's Waltz (Instrumental) (2:16)
Muriel (3:33)
I Never Talk To Strangers (3:37)
Medley: Jack & Neal, California, Here I Come (5:00)
A Sight For Sore Eyes (4:39)
Potter's Field (8:38)
Burma Shave (6:32)
Barber Shop (3:52)
Foreign Affairs (3:46)




Small Change
(Asylum K50350, 1976)


Tom Traubert's Blues (Four Sheets To The Wind in Copenhagen) (6:40)
Step Right Up (5:39)
Jitterbug Boy (Sharing A Curbstone With Chuck E. Weiss, Robert Marchese, Paul Body And The Mug And Artie) (3:41)
I Wish I Was In New Orleans (In The Ninth Ward) (4:50)
The Piano Has Been Drinking, Not Me (An Evening With Pete King) (3:37)
Invitation To The Blues (5:20)
Pasties & A G-String (At The Two O'Clok Club) (2:32)
Bad Liver And A Broken Heart (In Lowell) (4:46)
The One That Got Away (4:00)
Small Change (Got Rained On With His Own, 38) (5:03)
I Can't Wait To Get Off Work (And See My Baby On Montgomery Avenue) (3:20)



Nighthawks At The Diner
(Asylum K63002, 1975)


Nota:
album doppio


Opening Intro (2:59)
Emotional Weather Report (3:43)
Intro (2:18)
On A Foggy Night (3:49)
Intro (1:55)
Eggs And Sausage (In A Cadillac With Susan Michelson) (4:13)
Intro (3:22)
Better Off Without A Wife (3:53) Nighthawks Postcards (From Easy Street) (11:27)
Intro (0:55)
Warm Beer And Cold Women (5:21)
Intro (0:48)
Putnam County (7:34)
Spare Parts I (A Nocturnal Emission) (6:23)
Nobody (2:49)
Intro (0:41)
Big Joe And Phantom 309 (6:30)
Spare Parts II - Il and Closing (5:41)



The Heart Of Saturday Night
(Asylum K53053, 1974)



New Coat Of Paint (3:20)
San Diego Serenade (3:25)
Semi Suite (3:22)
Shiver Me Timbers (4:21)
Diamond On My Windshield (3:10)
(Looking For) The Heart Of Saturday Night (3:50)
Fumblin' With The Blues (2:59)
Please Call Me, Baby (4:23)
Depot Depot (3:42)
Drunk On The Moon (5:05)
The Gost Of Saturday Night (After Hours At Napoleone's Pizza House) (3:17)




Closing Time
(Asylum SYL 9007, 1973.
Ristampato: Asylum K53030, 1976 )




Ol' 55
I Hope That I Don't Fall In Love With You
Virginia Avenue
Old Shoes (& Picture Postcards)
Midnight Lullaby
Martha
Rosie
Lonely
Ice Cream Man
Little Trip To Heaven (On The Wings Of Your Love)
Grapefruit Moon
Closing Time (Instrumental)


Antologie    


Bounced checks
(Asylum K52316, 1981)



Nota:
Antologia con inediti.
Jersey Girl e Whistlin' Past The Graveyard sono alternate takes.
The Piano Has Been Drinking è live (Dublino, Marzo 1981),
Mr. Henry un inedito assoluto.

Heartattack And Vine
Jersey Girl
Eggs And Sausage
I Never Talk To Strangers
The Piano Has Been Drinking
Whistlin' Past The Graveyard
Mr. Henry
Diamond On My Windshield
Burma Shave
Tom Traubert's Blues



Asylum Years
( Asylum 960321-1, 1984 -
Digitally Remastered)




Ol'55
Martha
Rosie
Shiver Me Timbers
San Diego Serenade
Diamonds On My Winshield
(looking For) The Heart Of Saturday Night
The Gosth Of Saturday Night (After Hours At Napoleone's Pizza House)
Small Change
Tom Traubert's Blues
Step Rigth Up
Burma Shave
Foreign Affair
Mr. Henry
The Piano Has Been Drinking
Potter's Field
Kentucky Avenue
Somewhere
On the Nickel
Ruby's Arms



Anthology
(Elektra 60416 1, 1985)



Ol'55
Diamond On My Windshield
(Looking For) The Heart Of Saturday Night
I Hope That I Don't Fall In Love With You/Martha
Tom Traubert's Blues
The Piano Has Been Drinking
I Never Talk To Strangers
Somewhere
Burma Shave
Jersey Girl
San Diego Serenade
A Sight For Sore Eyes



Beautiful Maladies
(Uni Island, 1988)



Hang On
St. Christopher
Temptation
Claps Hands
The Black Rider
Underground
Jockey Full Of Bourbon
Earth Died Screaming
Innocent When You Dream
Straight To The Top
Frank's Wild Years
Singapore
Shore Love
Johnsburg, Illinois
Way Down In The Hole
Strange Weather (live)
Cold, Cold Ground (live)
November
Dowtown Train
16 Shells From A Thirty-Ought-Six
Jesus Gonna Be Here
Good Old Word (walz)
I Don't Wanna Grow Up
Time



Used songs
(Rhino Records, 2001 )



Heartattack And Vine
Eggs And Sausage (In A Cadillac With Susan Michelson)
A Sight For Sore Eyes
Whistlin' Past The Graveyard
Burma Shave
Step Right Up
Ol' '55
I Never Talk To Strangers (with Bette Midler)
Mr. Siegal
Jersey Girl
Christmas Card From A Hooker In Minneapolis
Blue Valentines
(Looking For) The Heart Of Saturday Night
14. Muriel
1Wrong Side Of The Road
Tom Traubert's Blues (Four Sheets To The Wind In Copenhagen)

 



  2003 all rights reserved tomwaits.it
Il sito e il fan club non sono a
scopo di lucro.

Il materiale contenuto in questo sito è frutto di appassionata raccolta di materiale riguardante l’artista Tom Waits. I gestori del sito e del fan club non si ritengono responsabili dell’uso improprio da parte dei navigatori e fan iscritti.
  scriveteci a:

per qualsiasi informazione non trovata nel sito, domande, critiche, consigli, incoraggiamenti, segnalazioni di malfunzionamento o quant'altro voi riteniate debba essere posto alla nostra attenzione
  il sito richiede:
Macromedia Flash Mx


Quicktime 6

Privacy Policy